Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

CNDCEC Report

Rendicontazione non finanziaria, documento CNDCEC-RINA

Si tratta di un progetto di responsabilità e opportunità per lo sviluppo delle imprese e del sistema sociale ed economico per promuovere iniziative di divulgazione e formazione in materia di redazione e asseverazione della disclosure di sostenibilità

Promuovere l’interesse economico (anche individuale) nell’ambito del perseguimento dell’interesse pubblico di un sistema sostenibile. Con questo spirito, Consiglio nazionale dei commercialisti e RINA hanno predisposto il documento “Corporate responsability reporting e certificazione” per promuovere iniziative in materia di redazione e asseverazione della disclosure di sostenibilità.

Il testo, realizzato per conto del CNDCEC nell’ambito dell’area di delega “Diritto societario” dei consiglieri nazionali Massimo Scotton e Lorenzo Sirch, rappresenta un vero e proprio progetto di responsabilità e opportunità per lo sviluppo delle imprese e del sistema sociale ed economico.

All’inderogabile domanda da parte della collettività sociale per lo sviluppo di un sistema economico e produttivo sostenibile, si ritiene opportuno rispondere con l’elaborazione e la diffusione di strumenti tecnici e legislativi sempre più efficaci nel correggere le crescenti criticità generate dagli impatti sociali e ambientali dell’attività produttiva. La diffusione della disclosure di sostenibilità rappresenta uno di questi strumenti (di sensibilizzazione e di controllo sociale) di supporto agli individui e alle aziende nel realizzare comportamenti tesi a mitigare le esternalità negative, a favorire lo sviluppo della collettività e a premiare le realtà economiche che perseguono strategie sostenibili.

Nel documento CNDCEC e RINA tracciano, nel contesto dell’attuale cornice normativa, le linee di una possibile convergenza d’azione attraverso la quale, da un lato, diffondere la cultura e le conoscenze tecniche in materia di sustainability reporting e, dall’altro, affinare i contenuti e le attività di verifica di parte terza tramite uno specifico e dettagliato processo professionale in cui sottoporre tale metodologia d’informativa aziendale a un’attività di verifica che possa affiancarsi al controllo di conformità previsto dalle recenti disposizioni relative alla rendicontazione non finanziaria e obbligatorie per talune tipologie di imprese.