Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Ordini&Territorio

Lo sviluppo consulenziale dei commercialisti

È il tema della tavola rotonda organizzata dall’ODCEC di Forlì e dalla sua Fondazione venerdì 7 luglio presso il Grand Hotel & Spa Terme di Castrocaro. Presenti Miani, Borghi, Rollo, Missiroli e Balzani

È dedicata alla condizione del commercialista ed alle sue prospettive di sviluppo sul versante consulenziale la tavola rotonda organizzata dall’Ordine e dalla Fondazione dei commercialisti di Forlì che si svolgerà venerdì 7 luglio, alle ore 18, presso il Grand Hotel & Spa Terme di Castrocaro.
I relatori dell’evento formativo saranno il presidente del CNDCEC Massimo Miani, il presidente dell’ANCREL Antonino Borghi, il componente della FNC Paolo Rollo, il presidente dell’ODCEC di Forlì Aride Missiroli ed il presidente della Fondazione dei commercialisti di Forlì-Cesena Anna Rita Balzani.
L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Forlì si distingue per aver predisposto per la seconda volta il Bilancio sociale, redatto nella consapevolezza che anche un ordine professionale, nella sua veste di ente pubblico non economico, debba rendicontare l’attività svolta non solo in termini quantitativi, ma anche qualitativi nei confronti degli stakeholder interni ed esterni.
“Il documento – afferma il presidente dell’ODCEC Aride Missiroli – costituisce sostanzialmente uno strumento che consente di offrire una sorta di certificazione etica nei confronti di tutti i portatori di interessi. Il Bilancio sociale rappresenta dunque uno strumento di accountability, ovvero di rendicontazione delle responsabilità, dei comportamenti e dei risultati sociali ed economici delle attività svolte dal nostro ente e, indirettamente, dai propri iscritti. Il documento contiene soprattutto dati extra-contabili di tipo qualitativo che possono far percepire il grado di ricaduta prodotta dall'attività dell’Ordine sui destinatari della sua attività e sul territorio”.
Rispetto allo scorso anno, i dati finanziari ed economici del rendiconto sono stati integrati con una descrizione molto più dettagliata delle attività svolte dall’Ordine nel periodo di rendicontazione gennaio 2016-marzo 2017.