Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

CNDCEC Report

ASL Bari, positiva la modifica al bando sulla consulenza del lavoro

L’azienda sanitaria ha inserito anche i commercialisti nell’avviso pubblico da cui prima erano stati esclusi. Il presidente del CNDCEC Miani: “Vigileremo su queste situazioni”

L’azienda sanitaria della provincia di Bari ha modificato l’avviso pubblico per il servizio di consulenza del lavoro. Inizialmente riservato ai soli iscritti da almeno cinque anni all’Albo dei Consulenti del Lavoro, dopo l’intervento dell’Ordine dei commercialisti del capoluogo pugliese, guidato da Elbano De Nuccio, il bando è ora rivolto anche ai commercialisti. “La disponibilità a rivedere il bando a seguito della segnalazione del nostro Ordine territoriale - afferma il presidente nazionale dei commercialisti, Massimo Miani - è un fatto apprezzabile, di cui siamo grati al direttore generale dell’Asl barese. Va però purtroppo segnalata - prosegue - la frequenza di casi simili, che vedono esclusi i commercialisti da avvisi pubblici per incarichi che rientrano pienamente tra le loro attività professionali. Si tratta di inaccettabili errori probabilmente dovuti a disattenzione e scarsa conoscenza delle norme, sui quali la categoria sarà sempre più vigile”.

“Riceviamo con frequenza crescente dai nostri Ordini territoriali - afferma Roberto Cunsolo, tesoriere del Consiglio nazionale dei commercialisti e delegato al Lavoro – segnalazioni di bandi che escludono nostri iscritti, specie per incarichi che riguardano la consulenza del lavoro. È importante che, in casi come questi, la categoria si attivi a livello territoriale presso i suoi referenti istituzionali per segnalare queste situazioni e lavorare per modificarle. Nei casi in cui lo svolgimento delle attività professionali previste dal nostro ordinamento e dalla legge dovesse continuare ad essere ostacolato, siamo pronti ad attivarci, anche impugnando i provvedimenti all’origine di questi problemi”.